Atellana batte il Chiaravalle 28 a 20, chi ben comincia…

Palasport Lettieri di Orta di Atella 8 marzo 2014 di Il Brigante
Atellana – Chiaravalle 28-20

Atellana – Calcagno 2, Capasso, Cirillo A.D., Comune 2, Cristofaro M., Cristofaro S., Fiorillo, Gaudino, La Ferlita, Lettera 1, Mozzillo 9, Pellino, Sall 13, Cirillo G. 1.
All.: Gigi Toscano

Chiaravalle – Aprilanti, Braconi, Barigelli, Albanesi 1, Bagnarelli, Piombetti 1, De Luca 2, Brunori 3, Ceresoli 1, De Luca, Tanfat, Rumori, Maltoni 9, Bernabei 3.
All.: Cocilova


Partenza a razzo dei padroni di casa che nel giro di 5 minuti mette a segno un perentorio 4 a 0. Il Chiaravalle ci mette un po’ ad entrare in partita, e non solo, trova un’Atellana agguerrita a mettergli i bastoni tra le ruote. Sall e compagni girano bene in difesa e trovano anche un Michele Cristofaro particolarmente ispirato che sfodera una prestazione maiuscola in porta e, ciliegina sulla torta, un rigore parato che toglie il fiato agli ospiti. Jacques Sall, in condizioni di forma ottimali, dopo l’infortunio che lo ha penalizzato un poco nei mesi passati, e Capitan Mozzillo in grande evidenza portano la squadra a far lievitare il divario fino al 15 a 6 che sembra mettere la parola fine in anticipo rispetto ai titoli di coda. Ma non é cosí.

 
Complice un piccolo calo di tensione dei Campani, il fatto che gli ospiti si rendono conto di non aver piú nulla da perdere, nel secondo tempo si vede una partita piú equilibrata ed il divario si contiene. L’Atellana sbaglia qualche conclusione a rete di troppo invece i Marchigiani si galvanizzano vedendo la differenza punti che si assottiglia. In questo momento si vede una partita meno entusiasmante nel gioco ma piú carica di tensione agonistica.

 
Partita un po’ penalizzata  dal non perfetto arbitraggio che scontenta a turno le due squadre con chiamate molto discusse. Per fortuna nella seconda parte del secondo tempo, alcuni cambi di Toscano nei punti nevralgici dello schieramento in campo fanno si che la differenza in campo non vada mai oltre le 4 reti e dopo alcuni veloci contropiedi e la ritrovata verve difensiva dei padroni di casa, ci pensa Comune a mettere veramente la parola fine alla partite mettendo a segno le due reti consecutive che chiudono la partita.

Intervista al nostro Medico in campo d’eccezione!

Controlla anche

Una vittoria che vale molto di più dei punti in palio.

Correlati

5 comments

Rispondi